This site will look much better in a browser that supports web standards, but it is accessible to any browser or Internet device.




Associazione Ligure Ipoudenti - sulle ALI dell'udito

Piazza della Chiesa, 1
16030 SORI (GE)

Tel. 328 2864106



assoligure.ipoudenti@libero.it



C.F.: 91037470100




NEWS

Un incremento di richiesta per gli impianti ad induzione magnetica mette in risalto l’attenzione verso gli audiolesi

11 ottobre, 2012

Nel 2010 il compositore di musica classica moderna Richard Einhorn, all’età di 57anni, perse improvvisamente e irreversibilmente buona parte dell’udito.
Temeva che non avrebbe più potuto godere di una performance musicale dal vivo come aveva sempre fatto.

L’anno successivo tuttavia, assistette al musical "Wicked" (Il malvagio) presso il Kennedy Center di Washington DC. In questo centro era stato installato temporaneamente, un impianto ad induzione magnetica allo scopo di facilitare l’ascolto alle persone ipoudenti che dovevano partecipare alla Convenzione Annuale delle persone audiolese.
Dopo lo spettacolo, il signor Einhorn scrisse al Kennedy Center chiedendo di installare in maniera permanente questa tecnologia di ascolto ad induzione magnetica.
“Quella sera, è stato di gran lunga l’ascolto più chiaro e divertente da quando ho perso la mia capacità uditiva” ha affermato Richard Einhorn , “e questo significa molto per me. Assistere nel corso di un anno ad un concerto e godere per la prima volta ad una esecuzione dal vivo.”
In tutta l'America, ci sono sempre più persone con perdita di udito che stanno facendo la stessa esperienza di Mr Einhorn.
Da quando due anni fa è iniziata la collaborazione tra l’Accademia Americana di Audiologia e l’Associazione Americana degli Audiolesi, per lanciare la campagna di educazione pubblica “Ascoltare con gli impianti loop” (Get in the Hearing Loop), migliaia di nuovi siti, dalle chiese ai teatri e alla metropolitana di New York City, sono stati dotati di sistemi ad induzione magnetica.
La campagna ha avuto un enorme impulso grazie all’esperienza di Mr. Einhorn.
Il 23 ottobre il New York Times ha pubblicato un articolo in prima pagina sull’impianto ad induzione magnetica, riportando l’esperienza di Mr Einhorn.
Questa notizia sul Times è risultata fino al 25 ottobre, il secondo articolo più commentato via mail, comparato con l’edizione del mese precedente.
"Negli ultimi sei mesi, l’interesse verso questo tipo di tecnologia, ha suscitato un forte ed inaspettato interesse," Il signor Myers ha fondato “HearingLoop.org” allo scopo di incrementare la diffusione universale dell’impianto ad induzione magnetica.
La notizia del New York Times ha spinto altri media a discutere su questo argomento, come il National Geographic nel numero di aprile e il Washington Post [aprile].
Ora, l’evento più importante di tutti: i due principali fornitori di tecnologia nel campo degli accessori per audiologia, LISTEN TECHNOLOGIES e WILLIAMS SOUND, hanno annunciato che entro tre giorni avrebbero organizzato un corso di formazione sugli impianti ad induzione magnetica rivolto alla loro rete nazionale di rivenditori e installatori.
Entrambe le aziende hanno affermato che questa è la risposta più idonea per fare fronte alla sempre più crescente richiesta, per questo tipo di tecnologia.
L’Autorità ai trasporti metropolitani della città di New York, (New York City's Metropolitan Transit Authority) ha fatto installare impianti ad induzione magnetica nei 500 “sportelli Informativi” della metropolitana e ha indetto nel mese di Aprile, una gara per fare installare in tutti i Taxi futuri, un impianto ad induzione magnetica; gara aggiudicata dalla Nissan. I Taxi del domani saranno tutti equipaggiati con un impianto ad induzione magnetica.

(nostra nota informativa: questo strumento è utile in quanto faciliterà la comunicazione non solo con un eventuale cliente ipoudente che viene trasportato in taxi, ma anche per lo stesso l’autista con eventuale problemi di udito).

dalla rivista americana Hearing Journal

Invia ad un Amico | 1158 views