This site will look much better in a browser that supports web standards, but it is accessible to any browser or Internet device.




Associazione Ligure Ipoudenti - sulle ALI dell'udito

Piazza della Chiesa, 1
16030 SORI (GE)

Tel. 328 2864106



assoligure.ipoudenti@libero.it



C.F.: 91037470100




NEWS

Conservazione cordone ombelicale e cura della sordità: il caso di Madeline

10 luglio, 2012

Madeline Conner ha due anni ed è affetta da perdita dell’udito neuro-sensoriale. È nata sorda, ma sta per sottoporsi a una sperimentazione clinica che testerà le possibilità di recupero dell’udito in seguito a infusione di cellule staminali.

Stephanie Conner, la sua mamma, ha dovuto sopportare un duro colpo durante la gravidanza: a causa di un virus di cui era portatrice sana la sua bambina sarebbe nata senza la possibilità di vedere, di sentire e con gravi danni agli organi interni. Al momento della nascita di Madeline, constatare che soltanto una di quelle nefaste previsioni si era avverata fu in qualche modo un sollievo per Stephanie.
Ora però la piccola Madeline ha la possibilità di sottoporsi a un intervento che ha lo scopo di farle recuperare l’udito. Una sperimentazione, questa, che partirà al Children’s Memorial Hermann Hospital di Houston e che coinvolgerà altri nove bambini.
I Conners non dovranno sostenere alcuna spesa, ma d’altro canto non hanno ricevuto alcuna promessa di successo: si tratta di un intervento sperimentale. Al momento della nascita i genitori di Madeline hanno optato per la conservazione cordone ombelicale: le cellule prelevate allora e conservate saranno ora infuse nella piccola Madeline con l’intento di riparare l’udito della piccola.
Non è la prima volta che si parla in campo medico di terapia della sordità con cellule staminali, e noi stessi ve ne abbiamo recentemente dato conto nell’articolo Cellule staminali cordone ombelicale: allo studio una cura per la sordità infantile.
I genitori di Madeline si dicono ottimisti, anche in considerazione del fatto che i test preliminari portati a termine dopo il primo trattamento in gennaio hanno mostrato miglioramenti delle capacità uditive della bambina.
La notizia è stata ripresa da molti media americani, tra i quali il quotidiano online news-press.com, che ha anche intervistato la famiglia.

fonte dal sito http://cellulestaminalicordoneombelicale.it/

Invia ad un Amico | 1148 views