This site will look much better in a browser that supports web standards, but it is accessible to any browser or Internet device.




Associazione Ligure Ipoudenti - sulle ALI dell'udito

Piazza della Chiesa, 1
16030 SORI (GE)

Tel. 328 2864106



assoligure.ipoudenti@libero.it



C.F.: 91037470100




NEWS

Cellule staminali cordone ombelicale: allo studio una cura per la sordità infantile

10 luglio, 2012

Negli Stati uniti è partita la prima sperimentazione per una terapia contro la perdita dell’udito neuro-sensoriale nei bambini attraverso l’infusione di cellule staminali del cordone ombelicale. Una partita importante per consentire ai bambini di “ascoltare il mondo”, una sperimentazione di ispirazione italiana.

Il trial clinico è iniziato lo scorso 25 aprile. Lo scopo è mettere a punto una terapia dei deficit uditivi nei neonati attraverso l’impiego di cellule staminali cordonali autologhe, cioè prelevate dal cordone ombelicale del neonato al momento del parto e conservate.
I dati preclinici evidenziano che l’infusione di questo tipo di staminali favorisce il processo intrinseco di riparazione delle strutture danneggiate dell’orecchio, consentendo miglioramenti apprezzabili delle funzioni uditive. Inoltre cellule staminali cordone ombelicale sono risultate essere una fonte di rapido utilizzo, perché già disponibile, e sicura per la terapia di questa patologia1, 2. Fanno parte della sperimentazione dieci bambini di età compresa tra le 6 settimane e i 18 mesi, colpiti da sordità dopo la nascita.
La sordità in età neonatale è una patologia che influisce pesantemente sullo sviluppo del bambino che, non potendo sentire e quindi apprendere dall’ambiente circostante, difficilmente potrà sviluppare normali capacità di linguaggio. Ad oggi le possibilità di trattamento nei casi di perdita dell’udito neuro-sensoriale prevedono impianti chirurgici o apparecchi acustici. La speranza dei ricercatori è quella di mettere a punto una terapia non invasiva e non chirurgica.
A portare avanti la ricerca è una vera e propria task force di ricercatori: un team composto da medici dell’ University of Texas Health Science Center di Houston, della Georgia Health Sciences University, del M.D. Anderson Cancer Center, del Baylor College of Medicine, del Methodist Hospital System Research Institute di Houston e dell’Associazione degli Speech Therapists for Children.
Ma quella che sembrerebbe una ricerca tutta a stelle e strisce prende in realtà la sua ispirazione da uno studio italiano realizzato già nel 2008, quando al CNR di Pisa, nell’Istituto di Tecnologie Biomediche, una equipe di ricercatori della Fondazione onlus “Staminali e Vita” ha sperimentato con buoni risultati l’infusione di cellule staminali del cordone ombelicale umano, per curare deficit acustici su modello murino3,4.
Non resta che attendere il termine delle sperimentazioni per scoprire se sarà davvero possibile trovare una strada migliore per la cura dei bambini afferti da deficit uditivi. Una speranza in più per consentire loro di ascoltare la voce di mamma e papà.
Per documentarsi:
1 Alex Rodriguez – First FDA-Approved Study of Stem Cells to Treat Hearing Loss Begins at Children’s Memorial Hermann Hospital – - January 12, 2012 – PRNewswire – Children’s Memorial Hermann Hospital
2 Samer Fakhri, James E. Baumgartner – Safety of Autologous Human Umbilical Cord Blood Mononuclear Fraction to Treat Acquired Hearing Loss in Children – ClinicalTrials.gov: NCT01343394
3 Revoltella RP, Papini S, Rosellini A, Michelini M, Franceschini V, Ciorba A, Bertolaso L, Magosso S, Hatzopoulos S, Lorito G, Giordano P,Simoni E, Ognio E, Cilli M, Saccardi R, Urbani S, Jeffery R, Poulsom R, Martini A. – Cochlear repair by transplantation of human cord blood CD133+ cells to nod-scid mice made deaf with kanamycin and noise. – Cell Transplant.2008;17(6):665-78.
4 Claudia Boselli – Panorama – 12 Febbraio 2009

fonte dal sito http://cellulestaminalicordoneombelicale.it/

Invia ad un Amico | 1190 views