This site will look much better in a browser that supports web standards, but it is accessible to any browser or Internet device.




Associazione Ligure Ipoudenti - sulle ALI dell'udito

Piazza della Chiesa, 1
16030 SORI (GE)

Tel. 328 2864106



assoligure.ipoudenti@libero.it



C.F.: 91037470100




NEWS

L’ammirazione per il Campo magnetico acustico

04 giugno, 2012

Avrei voluto che ciascun lettore di questo articolo fosse presente nell’aula del Northfield Park District Community Center, in Northfield, il 13 gennaio scorso.

Una presentazione molto speciale è stata offerta quel giorno da Linda S. Remensnyder, Au.D., presidente di Hearing Associates, PC, in Libertyville and Gurnee, insieme a Todd Billin di Hearing Loop Systems, Grand Rapids, MI.
Personalmente ho lascito quella riunione ammirata e stupita!
Me ne andai con la speranza e la certezza che noi, in questa regione, siamo sull’orlo di un incredibile progresso per milioni di persone con perdita uditiva come noi, che usavano apparecchi acustici, e che così spesso “sentono” ma ancora non capiscono esattamente quanto viene detto nelle riunioni e conferenze pubbliche, in chiesa, a tavola a pranzo con i familiari, o a tavola in alti contesti, dove così spesso noi perdiamo il finale di una grande storia, o la battuta di una barzelletta, perché non ‘l’abbiamo capita’ e sorridiamo debolmente mentre i nostri amici stanno ridendo alla grande.
Temiamo le grandi feste alle quali ci invitano, e naturalmente anche il nostro ristorante favorito, con i tavoli tutto intorno a noi,…. Un disappunto così grande e frustrante, e tuttavia lo riteniamo “ così normale” per ciascuno di noi che ha una “perdita invisibile”
Prima della riunione, arrivò in largo anticipo Todd Billin, il proprietario di Hearing Loop Systems, che installò temporaneamente un “sistema per campo magnetico” sul pavimento tutt’intorno alla stanza ed alle sedie. Una volta seduti in questo “campo magnetico temporaneo” ci fu chiesto di commutare i nostri apparecchi acustici su telecoil (bobina)….quando tutti furono pronti, Linda Remensnyder questa dottoressa in audiologia, così premurosa, ci parlò a voce normale della perdita uditiva (sordità) e di come questa interagisca con ciascuno di noi nella lotta per reggere con la nostra perdita (sordità) nel mondo sempre più rumoroso che ci circonda.
La dottoressa ci spiegò che il nostro paese, in effetti, sta andando troppo velocemente incontro ad una “ epidemia” di perdita uditiva, dovuta i nostri “baby boomers” (persone nate dopo la seconda guerra mondiale fino ai primi anni 60 in USA, UK, Australia) categoria di persone che sta crescendo notevolmente, al personale militare di ritorno dai doveri della guerra, dai nostri teenager che hanno abusato delle loro orecchie con musica ad alto volume, ed altri rumori intensi quotidianamente. Si reputa che oggi, un teenager su 10 ha già incontrato una perdita uditiva.
Personalmente, la mia esperienza con una disabilità uditiva, è cominciata quando un petardo, lanciato dal finestrino anteriore della macchina in cui ero passeggera, è finito accidentalmente sul sedile posteriore di fianco a me, oppure a causa degli orecchioni, avuti a 13 anni, più o meno. Dai 13 anni ho cominciato a perdere acutezza ed abilità uditiva, ed ho vissuto 61 anni con una sordità progressiva, che ora e diventata sordità profonda. Sono sbalordita dal fatto che selezionando “telecoil” (bobina) venerdì scorso sono riuscita ad ascoltare la dottoressa Remensnyder come se fossi una persona con l’udito normale! Era una specie di miracolo che mi è capitato, ed io davvero debbo condividere questa esperienza con tutti voi! Non potrò mai dimenticare!
Soltanto poche ore dopo il meeting, Liz Hupp, di Northfield, la Presidente della nostra sezione della Hearing Loss Association of America, stava mandando e-mail con idee e liste di cose da farsi per dar seguito e facilitare questa perorazione a livello più elevato, con più partecipazione, pubblicità e così via. Questa è la sua storia e lei vuole raccontarla spesso ed in modo entusiastico, supportata da tutti noi, nel prossimo futuro.

By Sally O'Neil, Northbrook
dal sito di
triblocal

Invia ad un Amico | 1251 views